Menu

Sito a cura di

Andrea Costantini

Mi presento

Temperature tardo-estive e flusso mediamente occidentale

Pubblicato il 1 Settembre 2021

Situazione: dopo la discesa di aria piuttosto fredda ed instabile dei giorni scorsi, la pressione è gradualmente risalita grazie all’espansione di un promontorio anticiclonico mediterraneo. Il tempo sarà dunque più soleggiato e stabile con l’eccezione di sabato, quando correnti più umide e instabili favoriranno maggiore nuvolosità e qualche fenomeno in montagna. Condizioni migliori domenica e nei giorni successivi.

Giovedì 2 settembre (attendibilità 90%): tempo stabile e soleggiato con solo qualche modesto annuvolamento al mattino sulle prealpi, in rapido dissolvimento. Temperature in ulteriore lieve aumento, su valori in linea con la media del periodo.

Venerdì 3 (90%): tempo ancora ben soleggiato al mattino, mentre nel pomeriggio-sera l’arrivo di correnti sud-occidentali più umide favoriranno la formazione di addensamenti nuvolosi specie in montagna, seppur con bassa probabilità di precipitazioni. Temperature stazionarie

Sabato 4 (80%): nella notte ed al mattino alternanza di schiarite ed annuvolamenti con qualche rovescio o breve temporale sulle Dolomiti (40-50%), meno probabile sulle prealpi e pedemontana (30-40%) ed ancora meno in pianura (20-30%). Dal pomeriggio tendenza a miglioramento che diverrà più evidente alla sera, con cielo sereno o poco nuvoloso. Temperature massime in lieve calo.

Domenica 5 (80%): la rotazione delle correnti a nord-ovest ed il rialzo della pressione favoriranno tempo stabile e soleggiato con condizioni ottimali per le attività all’aperto. Temperature in rialzo nelle massime, minime in calo grazie al cielo sereno.

Tendenza
Il vivace flusso occidentale sospingerà una saccatura atlantica verso il centro Europa, provocando un peggioramento che però non sembra penetrare fin sulle nostre regioni che saranno protette dall’anticiclone mediterraneo. Al momento non è però ben individuabile la traiettoria precisa e gli effetti sono da valutare con successivi aggiornamenti nei prossimi giorni.

Curiosità della settimana
Il 31 agosto si è conclusa l’estate meteorologica 2021 che ha visto svariate fasi di caldo intenso (terza decade di giugno, analoga in luglio e seconda di agosto con i massimi assoluti superiori a +35°C a Ferragosto) intervallate da alcuni periodi in media o leggermente al di sotto, grazie all’influenza di flussi atlantici che sono riusciti a scivolare a sud delle Alpi. L’analisi climatica finale sarà disponibile da parte del CNR nelle prossime settimane, tuttavia già ora il bilancio è a favore del caldo, sebbene a livelli lievemente inferiori ai più recenti picchi del 2019 e 2012 (limitatamente al nord Italia). Discorso diverso al Sud ed Isole, dove sono stati frequenti ed eccezionali gli eventi di caldo africano (ricordiamo l’episodio dell’11 agosto che ha visto salire la temperatura massima a ben 48,8 °C alla stazione meteorologica SIAS di Siracusa – Contrada Monasteri, nell’entroterra a quota 90 m e a circa 10 km dalla costa; approfondimenti su http://www.nimbus.it/eventi/2021/210811CaldoRecordSicilia.htm)

Previsione emessa alle ore 20.30 di mercoledì 1° settembre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.