Menu

Sito a cura di

Andrea Costantini

Mi presento

In arrivo una fase più calda e stabile tra mercoledì e sabato

Pubblicato il 1 Giugno 2021

Situazione: fino a metà settimana persiste la moderata influenza di una circolazione fresca e instabile presente sull’Europa centro-orientale, associata a residui rovesci intermittenti e temperature ancora un po’ sotto le medie stagionali. Da mercoledì, ma in particolare tra giovedì e sabato, andrà rafforzandosi un temporaneo promontorio anticiclonico subtropicale con rialzo termico generalizzato e condizioni di tempo stabile e soleggiato. L’evoluzione da domenica sembra riportare instabilità e un leggero calo termico, ad opera di flussi umidi di estrazione oceanica.

Mercoledì 2 giugno (attendibilità 90%): iniziale nuvolosità che andrà diradandosi nel corso della mattinata fino a cielo poco nuvoloso. Modesti cumuli pomeridiani con qualche isolato e debole rovescio sui monti, in genere circoscritto e di breve durata. Temperature in lieve aumento a tutte le quote.

Giovedì 3 (90%): si rinforza l’alta pressione in quota con tempo ottimo e rialzo termico generalizzato, specie nelle massime e in montagna (zero termico entro sera a 2800-3000m). In pianura valori pomeridiani tra 26 e 28°C

Venerdì 4 (90%): altra ottima giornata di sole con valori termici pienamente estivi e probabili prime punte prossime a +30°C in pianura. Nel pomeriggio la forte convezione e l’aumento dell’umidità dell’aria potrebbero favorire la formazione di qualche rovescio o temporale sulle Dolomiti, assai poco probabile sulle Prealpi.

Sabato 5 (80%): in quota il progressivo cedimento del cuneo di alta pressione, associato ad un crescente flusso umido da sud-ovest, indurranno un aumento delle nubi medio-alte dal mattino, con sviluppo successivo di nubi cumuliformi che, a partire dalle Dolomiti ed entro sera/notte anche sulle Prealpi, porteranno rovesci e temporali localmente anche intensi. Temperature stazionarie o in lieve calo dalla sera in quota.

Domenica 6 (80%): la presenza di aria umida e leggermente più fresca in quota favorirà tempo tra variabile ed instabile con alta probabilità di rovesci e temporali per tutto l’arco della giornata ma con maggior diffusione nel pomeriggio-sera. Si tratterà di fenomeni assai irregolari e la cui esatta localizzazione spaziale non è determinabile.

Tendenza
La settimana sembra essere caratterizzata dalla costante influenza di una modesta saccatura in quota, favorevole al mantenimento di una diffusa instabilità specie pomeridiana e serale, incentivata dall’aria umida e dal soleggiamento giunto ormai quasi ai massimi annuali. Attendiamoci pertanto una serie di giornate variabili e a tratti instabili, con mattinate più soleggiate ed in genere asciutte seguite da sviluppo di rovesci e temporali, più probabili e frequenti in montagna. Temperature nella media.

Curiosità della settimana
L’estate meteorologica è iniziata il 1° giugno e ha chiuso un mese di maggio decisamente piovoso sul nostro territorio. Circa 24-25 giorni di pioggia su 31 a Vittorio  Veneto e dintorni con accumuli pluviometrici prossimi o superiori a 300mm (leggermente meno nel 2019: 19-20 giorni e circa 250mm di pioggia). Questo periodo ha fatto da contraltare all’anomalia di segno opposto (e ancora più fuori scala, in proporzione) caratterizzata dalla quasi totale assenza di precipitazioni dal 12 febbraio al 10 aprile, con episodi di caldo anomalo precoce (massima di +23.2°C il 23 febbraio, +25.2°C il 31 marzo e +25.3°C il 1° aprile).

Previsione emessa alle ore 19 di martedì 1° giugno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.