Menu

Sito a cura di

Andrea Costantini

Mi presento

Flusso oceanico umido e instabile con temperature fresche

Pubblicato il 3 Agosto 2021

Situazione: una vivace ed ondulata corrente di estrazione atlantica seguita ad interessare le Alpi, proponendo la veloce alternanza tra passaggi perturbati e fasi più stabili post-frontali. In questo contesto molto dinamico si registreranno ancora delle precipitazioni e le temperature rimarranno nella media stagionale o qualche grado al di sotto specie nelle massime in occasione dei passaggi perturbati e con scarso soleggiamento.

Giovedì 5 agosto (attendibilità 90%): iniziali condizioni di tempo instabile o perturbato, specie in montagna, dove nella notte si verificheranno frequenti precipitazioni associate a spruzzate di neve sulle cime dolomitiche. Con il passare delle ore graduale miglioramento con apertura di schiarite in mattinata, seguite da nuova fase instabile al pomeriggio per convezione cumuliforme che causerà ulteriori rovesci o brevi temporali specie sulla fascia prealpina e pedemontana. In serata attenuazione generale dei fenomeni con ingresso di aria più secca e fresca in quota e rotazione delle correnti a nord-ovest.

Venerdì 6 (90%): giornata splendida, con aria secca ed ottima visibilità specie al mattino. Temperature minime in calo grazie alla notte serena mentre i valori diurni saranno in aumento rispetto al giorno precedente grazie al generoso soleggiamento. Qualche cumulo pomeridiano si formerà sui monti ma la probabilità di fenomeni rimarrà molto bassa (inferiore al 20%).

Sabato 7 (80%): mattinata soleggiata e stabile; da metà giornata la graduale rotazione delle correnti a sud-ovest indotta dall’avvicinamento di una nuova saccatura atlantica favorirà un aumento dell’umidità con nubi cumuliformi in sviluppo dapprima sulle Dolomiti e nella serata/notte anche su Prealpi. La probabilità di fenomeni rimarrà comunque limitata nel tempo e nello spazio, andando ad aumentare leggermente solo nella notte su domenica a partire dalle zone più settentrionali.

Domenica 8 (70%): l’area di bassa pressione presente sull’Europa occidentale tenderà gradualmente ad includere le regioni alpine, a partire da ovest. Ad oggi tuttavia non è identificabile l’esatta dinamica così come la capacità di penetrazione dei flussi instabili che tenderanno a portare un peggioramento del tempo sulle Dolomiti dal pomeriggio, mentre su prealpi e alta pianura le condizioni meteo sembrano restare migliori almeno fino a sera, con bassa probabilità di fenomeni. Tale previsione andrà necessariamente aggiornata nei prossimi giorni.

Tendenza
Sul Mediterraneo centro-occidentale andrà consolidandosi l’alta pressione sahariana che manterrà condizioni di caldo molto intenso (talora estremo) sul centro-sud Italia; le zone alpine rimarranno ai margini di una circolazione più fresca e umida atlantica che favorirà da un lato tempo instabile in montagna con focolai temporaleschi anche intensi nel pomeriggio-sera e dall’alto l’accumulo di aria umida in pianura, senza che si vedano però probabilità di pioggia. In tale circostanza quindi attendiamoci un rialzo termico progressivo dopo il fresco dei giorni precedenti con nuove condizioni di caldo afoso via via più intenso con il passare del tempo.

Curiosità della settimana
Come riportato da un interessante report emesso qualche mese fa dall’ENEA (https://www.enea.it/it/Stampa/news/ambiente-riscaldamento-oceani-nuovo-record-nel-2020-primato-mediterraneo/), il contenuto termico degli oceani nel 2020 è il più elevato finora registrato e il Mediterraneo è il bacino con il tasso di riscaldamento e di variazione di salinità maggiori. Nel 2020 lo strato dell’oceano tra la superficie e i 2.000 metri di profondità, ha assorbito 20 Zettajoule di calore (sotto forma di energia termica) rispetto all’anno precedente, equivalenti al calore prodotto da 630 miliardi di asciugacapelli in funzione giorno e notte per un anno intero, oltre 10.000 volte il consumo complessivo di energia elettrica in tutta l’Italia nel 2019. L’analisi del contenuto termico, effettuata da due sottogruppi diversi utilizzando due differenti metodologie, ha evidenziato inoltre un incremento nel 2020 rispetto al 2019 (già un anno record). Il riscaldamento continua ed anzi… accelera.

Buone vacanze ed arrivederci a settembre!

Previsione emessa alle ore 19 di lunedì 2 agosto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.