Menu

Sito a cura di

Andrea Costantini

Mi presento

Parlar di clima sul far della sera: appuntamento imperdibile il 23 luglio a Farra di Soligo!

Pubblicato il 17 Luglio 2021

Il Comune di Farra di Soligo (TV), all’interno della manifestazione “FARRA CHE ESTATE 2021“, promuove un incontro formativo e divulgativo sul tema, quanto mai attuale, del cambiamento climatico e delle relazioni che esistono tra il nostro stile di vita e il continuo aumento delle emissioni di gas ad effetto serra, concentrandosi anche sugli scenari futuri che ci attendono ed ai quali dovremo far fronte. L’appuntamento, che fa seguito alle precedenti iniziative formative del febbraio 2020 (pre-Covid), è per venerdì 23 luglio alle ore 21.

“AMBIENTE IN AMBIENTE: l’atmosfera è un complesso e delicato sistema che caratterizza il nostro pianeta: comprenderlo significa rispettarlo e tutelarlo. Come possiamo fare la nostra parte? che cosa lega davvero il nostro stile di vita al riscaldamento globale?”  

SCARICA QUI LA BROCHURE DELL’EVENTO IN FORMATO PDF

SCARICA QUI LA LOCANDINA DELL’EVENTO IN FORMATO PDF

Le terribili immagini dell’alluvione in Germania (oltre 110 morti, centinaia di feriti e danni per decine di milioni di euro) sono fresche nelle nostre menti, ma molti saranno gli spunti di riflessioni, mirati a comprendere quali azioni possiamo (anzi, dobbiamo) mettere in campo con urgenza sia a livello personale che generale, come sia fragile il sistema terra nel quale viviamo e quali possono essere le conseguenze di una riluttanza ad intraprendere subito azioni forti e incisive.

La serata, fortemente voluta dall’Amministrazione Comunale – Assessorato Ecologia e Ambiente ed in particolare dal Vice Sindaco Michele Andreola che ringraziamo per l’invito, sarà presentata e condotta da Andrea Costantini e si svolgerà all’aperto (salvo maltempo, nel qual caso si terrà ugualmente ma nell’Auditorium comunale), nella splendida cornice delle Torri del Credazzo e avrà diversi ospiti speciali (non possiamo svelarli tutti in anticipo… leggendo la locandina potrete però avere qualche indizio… si tratterà poi di verificare direttamente quella sera!), proponendo inoltre una innovativa modalità di comunicazione dei “roventi” temi in programma, sempre mantenendo il rigore scientifico e la tracciabilità delle fonti utilizzate.

Tra gli ospiti, siamo onorati di avere con noi il Dott. Daniele Zovi, scrittore e divulgatore, esperto di foreste e di animali selvatici.

Il Dott. Zovi vanta un curriculum davvero interessante; dopo la laurea in Scienze forestali conseguita all’Università di Padova nel 1975, è entrato nel Corpo Forestale dello Stato, dove ha esercitato le funzioni di Capo del Distretto di Asiago, di Comandante provinciale di Vicenza e di Comandante interregionale di Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige. È andato in pensione nel 2017 (dopo l’assorbimento del CFS) come generale di brigata dell’Arma dei Carabinieri.  Nel mese di ottobre del 2020 esce il suo libro Autobiografia della Neve, dal quale verranno tratti alcuni brani durante la serata e che sarà anche disponibile per chi volesse acquistarne una copia a fine serata.

La località dell’evento si raggiunge solo a piedi con semplice camminata di circa 1km (consigliata una torcia per il ritorno), l’ingresso è libero e verranno adottate tutte le misure di sicurezza attualmente vigenti per l’emergenza COVID-19. Sulla locandina sono disponibili tutte le informazioni per raggiungere la località, nonché ulteriori dettagli.

Infine, sulla pagina Facebook “Farra che Estate troverete tutti gli ultimi aggiornamenti anche in caso di maltempo ed eventuale spostamento della serata all’Auditorium, insieme agli altri appuntamenti promossi dall’Amministrazione Comunale in questo 2021.

Vi aspettiamo dunque per una serata aperta di dialogo e comprensione dei delicati meccanismi che regolano il nostro pianeta terra e che sono sempre più minacciati dalle nostre azioni. La consapevolezza deve lasciare il posto all’azione. Non abbiamo più tempo.

Grazie ancora all’Amministrazione Comunale di Farra di Soligo per la sensibilità sul tema del cambiamento climatico e per la volontà di diffondere conoscenza scientifica su questi argomenti che rivestono importanza cruciale per il nostro presente ma soprattutto per il futuro di chi verrà dopo di noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.