Menu

Sito a cura di

Andrea Costantini

Mi presento

Operativa la nuova centralina monitoraggio polveri in Piadera – Osservatorio

Pubblicato il 14 Novembre 2020

Nei giorni scorsi è stata completata la messa in opera in “outdoor” della centralina monitoraggio polveri appartenente alla rete amatoriale “Luftdaten” che già era stata attiva per un periodo di prova nei locali dell’Osservatorio Astronomico di Piadera (già dotato di una stazione meteo e una webcam), grazie alla collaborazione con l’Associazione Astrofili Vittoriesi.

Il primo rilevante effetto dello spostamento è stata l’immediata risalita dei valori misurati, e durante i lavori per il fissaggio a muro, parte delle polveri generate dalla foratura del cemento sono state aspirate e pertanto misurate dal sensore. Si può vedere benissimo questo effetto osservando i valori di PM10 di seguito riportati:

 

I dati in tempo reale della centralina, archivio e grafici personalizzati son disponibili qui: https://aria.bottegacivica.it/d/centralina/cruscotto-centralina?orgId=1&var-tag_location_state=Veneto&var-tag_location_county=Treviso&var-tag_location_town=Vittorio%20Veneto&var-tag_location_display_name=Osservatorio%20Astronomico%20pubblico%20di%20Vittorio%20Veneto,%20Via%20Sfadig%C3%A0,%20Rindola,%20Sfadig%C3%A0,%20Vittorio%20Veneto,%20Treviso,%20Veneto,%2031029,%20Italy

Il panorama di insieme con i confronti in tempo reale rispetto alle altre centraline (poste in pianura) è ottenibile a questo indirizzo: https://aria.bottegacivica.it/d/nazionale/nazionale?orgId=1&var-tag_location_state_OLD=Puglia&var-tag_location_state=Veneto&var-tag_location_county=Treviso&var-tag_location_town=Vittorio%20Veneto&var-tag_location_display_name=All&var-copy_of_tag_location_state_OLD=Puglia

Si veda ad esempio il confronto delle ore 17 di sabato pomeriggio; con l’avanzare della notte, gli inquinanti tendono a stagnare nei bassi strati atmosferici con il rafforzarsi dell’inversione termica, mentre una leggera ventilazione rimescola l’aria a Piadera e li diluisce, abbassando le concentrazioni.

Sarà ora interessante osservare le variazioni dei parametri nelle diverse condizioni meteo. Grazie ancora agli Astrofili per il supporto e l’entusiasmo nel supportare questa iniziativa amatoriale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.