Menu

Sito a cura di

Andrea Costantini

Mi presento

Spiccata variabilità con fasi instabili e temperature in media

Pubblicato il 8 Maggio 2019

La neve di maggio sopra la neve di aprile; si vanno completando i tasselli del “puzzle” con i dati meteo (in particolare di neve fresca, quota minima raggiunta e temperature medie giornaliere) di questi giorni molto insoliti per il periodo (ma non record). Come anticipato, la saccatura di estrazione polare ha interessato direttamente le nostre regioni nel corso del fine settimana, apportando diffuse precipitazioni ed un netto calo termico; l’approfondimento che verrà realizzato verterà su tutto questo periodo, affrontando anche la tematica di come 2-3 giorni di basse temperature abbiano generato, in alcuni mass-media di scarsa affidabilità (e resto cauto negli aggettivi…), sensazionalistici titoli volti ad usare queste due irruzioni di aria fredda come la prova che il riscaldamento globale non esiste o è in retrocessione. Entreremo nel merito a tempo debito.

Uno sguardo dunque all’attualità: terminato il peggioramento di domenica, con la neve scesa fin sotto gli 800m (in alcune zone anche a 300-400m nelle fasi più intense al mattino), lo spettacolo è stato di indubbia qualità. Ecco come si presentava il Pian Cansiglio il mattino di lunedì 6 maggio, dalla webcam panoramica posta alla “Casera Le Rotte”

La circolazione sull’Europa risentirà ancora di flussi instabili e talora perturbati provenienti dall’Atlantico, e proporrà una vivace alternanza che è tipica del periodo; stiamo assistendo ad alcune settimane di tempo primaverile, dopo mesi e mesi di anomalie termiche positive quasi ininterrotte e configurazioni di “blocco” atmosferico.

Ecco dunque che, nei prossimi 5-7 giorni, avremo il transito di almeno due perturbazioni: la prima tra mercoledì e giovedì, la seconda tra sabato e domenica. L’aria in arrivo sarà però più mite delle precedenti, essendo di estrazione oceanica; le temperature pertanto risulteranno in media e la quota delle nevicate si manterrà in genere oltre i 2000m, o solo temporaneamente a quote inferiori in singoli casi.

In sintesi, ecco la previsione per i prossimi giorni:

Giovedì 9 maggio (attendibilità 90%): iniziale maltempo con precipitazioni diffuse, in cessazione entro la tarda mattinata con apertura di schiarite, anche se l’aria tenderà ad essere umida e in parte instabile nel pomeriggio e potranno verificarsi nuovi rovesci intermittenti. Miglioramento più netto nella notte su venerdì.

Venerdì 10 (90%): giornata piuttosto soleggiata con transito di nubi alte e sottili in un contesto di vivaci correnti occidentali. Probabile aumento delle nubi in tarda serata, ma senza precipitazioni. Temperature massime in rialzo.

Sabato 11 (90%): al mattino residue schiarite, più ampie in pianura, mentre il cielo risulterà già nuvoloso in montagna ed entro metà giornata avremo un peggioramento più generalizzato con fase temporalesca tra il tardo pomeriggio e le prime ore della notte, quando sul nord Italia si formerà un minimo di pressione a tutte le quote che esalterà la fenomenologia. In montagna nevicate a 2000-2200m in calo nella notte.

Domenica 12 (80%): iniziali condizioni di maltempo con attenuazione entro metà mattinata ed apertura di timide schiarite nel pomeriggio, con aria più fresca e secca in ingresso da nord-est associata a venti di bora. Temperature in calo ma non come nei passati episodi, con massime in pianura tra 12 e 14°C.

Tendenza

Sull’ovest Europa si svilupperà un robusto anticiclone sub-tropicale che porterà la prima ondata di calore stagionale sulla Spagna. Sul fianco orientale scivoleranno correnti fresche da nord che favoriranno una certa instabilità pomeridiana sulle zone montuose ma anche la presenza di aria limpida ed ottima visibilità in particolare al mattino quando la nuvolosità sarà in generale minore. Le temperature saranno prossime alle medie o leggermente al di sotto, stante la persistenza di venti settentrionali a tratti anche vivaci per la prima parte della settimana, con ampie escursioni termiche diurne (minime tra 8 e 12°C e massime attorno a 19-22°C).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.