Menu

Sito a cura di

Andrea Costantini

Mi presento

Continua il tempo secco con correnti da nord-ovest

Pubblicato il 14 Ottobre 2021

Situazione: dopo l’irruzione di aria fredda di metà settimana, il progressivo rinforzo dell’alta pressione sul centro-ovest Europa favorisce il rialzo termico in quota, mentre si stabiliscono condizioni di inversione termica nei bassi strati e sugli altopiani prealpini. Sabato una piccola ondulazione scenderà da nord, apportando transiti nuvolosi senza precipitazioni con miglioramento già domenica, in un contesto di aria sempre piuttosto secca.

Giovedì 14 (attendibilità 90%): splendida giornata con ventilazione da nord e condizioni di flusso sottovento alle Alpi; transito di qualche nube alta e sottile. Aria fredda in quota e più mite nelle valli ed in pianura grazie al generoso soleggiamento ed ad episodi di fohn. Attenuazione generale della ventilazione in serata con netto calo termico ovunque grazie all’aria secca ed al cielo in genere sereno.

Venerdì 15 (90%): al mattino cielo sereno con le prime probabili gelate stagionali anche in pianura, specie sulle aree più aperte e lontane dalla pedemontana (dove vi saranno residui flussi da nord). Sugli altopiani prealpini (es. Cansiglio) si potranno registrare minime prossime a -10°C. In giornata mitigazione delle temperature e arrivo di qualche nube medio-alta specie dalla sera, a causa dell’avvicinamento di una modesta onda ciclonica dal nord-Europa.

Sabato 16 (80%): nubi medio-alte in transito, non associate a fenomeni. Probabili maggiori schiarite dalla serata. Temperature minime in aumento, massime in lieve diminuzione per il ridotto soleggiamento diurno.

Domenica 17 (80%): il rialzo della pressione e l’arrivo di aria più secca favoriranno condizioni meteo ottimali a tutte le quote, con formazione di foschie e qualche banco di nebbia mattutini in pianura e nelle valli, dove andranno via via creandosi condizioni idonee all’inversione termica.

Tendenza
La settimana sembra caratterizzata dalla persistenza di alta pressione con perturbazioni assenti (eccetto modesti ed innocui passaggi nuvolosi), condizioni di inversione termica e accumulo di inquinanti nei bassi strati con foschie e qualche banco di nebbia di notte ed al primo mattino. Zero termico spesso oltre i 3000m

Curiosità della settimana
Continua il periodo caratterizzato da scarse precipitazioni, già avviatosi nei mesi precedenti e interrotto da poche e limitate eccezioni. Solo la perturbazione del 17-19 settembre e l’episodio del 5-6 ottobre hanno apportato piogge moderate. La configurazione che appare anche a medio-lungo termine (fin verso il 20-22 ottobre) sembra mantenere questa condizione sfavorevole a perturbazioni a sud delle Alpi, in un periodo invece statisticamente umido e propenso a copiosi fenomeni (con nevicate in quota).

Previsione emessa alle ore 21 di lunedì 11 ottobre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.