Menu

Sito a cura di

Andrea Costantini

Mi presento

Intenso peggioramento tra martedì e mercoledì con calo termico

Pubblicato il 13 Luglio 2021

Situazione: una vasta saccatura atlantica, alimentata da aria fresca ed instabile, sta arrivando da ovest e interesserà direttamente le nostre regioni nei prossimi giorni, apportando varie fasi di tempo perturbato e un netto calo delle temperature, associato a fenomeni anche intensi. Il maltempo sembra più accentuato tra martedì pomeriggio e mercoledì, mentre nei giorni successivi vi sarà una graduale risalita della pressione, tuttavia la circolazione ancora ciclonica favorirà un tempo vivace e dinamico, con nuove precipitazioni temporalesche specie nel pomeriggio-sera con flusso da nord che trasporterà i fenomeni dai monti alle pianure. Temperature inizialmente ancora sotto la media, in lenta risalita fino a valori normali per il periodo nel weekend.

Martedì 13 luglio (attendibilità 90%): dopo un inizio ancora in parte soleggiato, aumento della nuvolosità in mattinata e vivace dinamica con formazione di rovesci e temporali inseriti in un vigoroso flusso da sud-ovest che andrà rinforzandosi ulteriormente nel pomeriggio-sera, quando saranno probabili fenomeni intensi e persistenti, associati ad abbondanti piogge e potenziali eventi grandinigeni accompagnati da forti raffiche di vento. Tendenza ad attenuazione temporanea nella notte su mercoledì con parziali schiarite, grazie alle correnti da sud che trascineranno  i fenomeni verso le Alpi.

Mercoledì 14 (90%): la saccatura in quota si posizionerà proprio sul nord Italia e favorirà una marcata e diffusa instabilità con fenomeni più localizzati rispetto a martedì ma ancora potenzialmente molto intensi, anche grazie all’attenuazione delle correnti meridionali che saranno sostituite da flussi più freschi a tutte le quote. In montagna spruzzate di neve oltre 2600-2800m. Localmente i fenomeni risulteranno semi-stazionari, con possibilità di accumuli piovosi molto rilevanti in aree ristrette. Tendenza a lento e graduale attenuazione dell’instabilità dalla serata, ma ancora sulla notte di giovedì non saranno esclusi residui rovesci.

Giovedì 15 e venerdì 16 (80%): la bassa pressione, seppur in graduale e lento colmamento, si manterrà tra Alpi e nord-Italia, rinnovando condizioni di instabilità diffusa specie nel pomeriggio-sera, in un contesto fresco e dinamico. Vi saranno ancora spruzzate di neve in quota.

Sabato 17 (70%): il nucleo fresco tenderà a spostarsi verso i Balcani, continuando però a influenzare il tempo sulle nostre regioni grazie alla persistenza di circolazione ciclonica in quota e aria umida ed instabile, sebbene in misura inferiore rispetto ai giorni precedenti. Temperature in risalita fino a valori normali per il periodo, con ventilazione mediamente settentrionale.

Domenica 18 (70%): dopo un inizio soleggiato, residua instabilità diurna con qualche rovescio e temporale pomeridiano in spostamento da nord a sud. Miglioramento entro sera con temperature assai piacevoli.

Tendenza
La circolazione instabile andrà definitivamente attenuandosi ad inizio settimana e sarà sostituita da un promontorio anticiclonico di estrazione mediterranea che favorirà un generale rialzo termico e il ritorno a condizioni stabili ed in genere soleggiate, con limitate formazioni nuvolose e basso rischio di qualche rovescio o temporale pomeridiano in montagna.

Curiosità della settimana
A livello globale, giugno 2021 è stato 0,21°C più caldo rispetto alla media 1991-2020, sostanzialmente simile per temperatura all’eccezionale giugno del 1998 e alle annate dal 2015 al 2018, sebbene non così caldo come il giugno 2016 (finora il più caldo di qualsiasi altro giugno nel record di dati).
La temperatura media europea di giugno 2021 è stata 1,5°C sopra la media 1991-2020. L’unico mese di giugno più caldo di questo in Europa si è verificato nel 2019, appena due anni fa. Dati ed approfondimenti sulla pagina del progetto europeo Copernicus Climate Change Service/ECMWF.: https://climate.copernicus.eu/surface-air-temperature-june-2021

Previsione emessa alle ore 13.30 di martedì 13 luglio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.