Menu

Sito a cura di

Andrea Costantini

Mi presento

Flusso perturbato con piogge nel weekend e venti da sud

Pubblicato il 15 Ottobre 2019

Situazione: dopo il transito della perturbazione giunta oggi, le correnti si manterranno mediamente sud-occidentali e, dapprima più stabili e meno umide, diverranno via via più sostenute da venerdì pomeriggio/sera a causa dell’avvicinamento di una saccatura atlantica. Il passaggio perturbato è previsto realizzarsi tra sabato e lunedì, con graduale miglioramento nel corso della settimana. Il contesto termico sarà nella media del periodo, con nevicate a quote di media-alta montagna (sopra i 2400-2500m), e tendenza ad aumentare a inizio settimana per richiamo sciroccale.

L’immagine da satellite individua il veloce ma intenso fronte freddo, associato a rovesci e temporali, che interessa le nostre regioni in questo finale di martedì (fonte Arpa Veneto)

Mercoledì 16 (attendibilità 90%): maltempo nella notte con attenuazione dei fenomeni e cessazione entro la mattinata, associata a schiarite anche ampie in montagna, mentre in pianura e nella fascia prealpina tenderanno a permanere nubi basse e foschie. Temperature massime in ripresa rispetto a martedì.

Giovedì 17 (90%): temporaneo flusso più secco e stabile, con mattinata soleggiata e aria piuttosto limpida. Con il passare delle ore, inizierà un aumento delle nubi alte e sottili fino a cielo velato in serata/notte. Temperature sempre piuttosto miti a tutte le quote.

Venerdì 18 (90%): la pressione inizierà a calare a causa dell’avvicinamento da ovest della perturbazione atlantica, associata ad un rinforzo delle correnti umide sud-occidentali pre-frontali. Il cielo sarà da poco a parzialmente nuvoloso in giornata, mentre dalla sera l’aumento delle nubi sarà più marcato, con cielo in gran parte molto nuvoloso e possibili sporadiche piovviggini entro la notte.

Sabato 19 (80%): cielo coperto fin dal mattino con inizio di deboli piogge intermittenti, in estensione ed intensificazione nel corso della giornata, più frequenti e abbondanti lungo la fascia prealpina. Quota neve oltre i 2500-2600m sulle Dolomiti e temperature ancora piuttosto miti a tutte le quote, venti in rinforzo da sud-ovest

Domenica 20 (70%): moderato maltempo tutto il giorno con piogge diffuse e persistenti, anche a carattere di rovescio o temporale nel pomeriggio. Neve sulle Dolomiti in calo a 2300-2400m, con accumuli oltre i 50-60cm sulle zone più elevate. Scarsa escursione termica diurna con valori diurni attorno a 13-15°C.

Tendenza

Lunedì il flusso ruoterà da sud-ovest a sud-est e la circolazione di bassa pressione interesserà ancora le nostre regioni fino alla prima parte di martedì, apportando ancora fenomeni e nuvolosità diffusa, sebbene in graduale attenuazione. Nei giorni a seguire, l’allontanamento della depressione verso sud favorirà un miglioramento, in un contesto di temperature assai miti.

Curiosità della settimana

Sono finora mancate irruzioni di aria artica sull’Europa, evento che di solito è invece ricorrente nella stagione autunnale; prevalgono condizioni miti e umide legate al flusso oceanico ed alla presenza di aria sub-tropicale sul Mediterraneo. Le proiezioni a lungo termine (oltre i 10 giorni) non identificano una significativa possibilità di eventi in quest’ottica, se non verso fine mese (con attendibilità tutta da confermare).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.