Menu

Sito a cura di

Andrea Costantini

Mi presento

Alta pressione e calma atmosferica

Pubblicato il 12 Febbraio 2019

Situazione: la modesta perturbazione giunta domenica scorsa è stata seguita dall’ingresso di sostenuti venti settentrionali, prevalentemente sotto forma di fohn. Nei prossimi giorni il rafforzamento dell’alta pressione sia al suolo che in quota favorirà condizioni assai stabili con marcata inversione termica; tra venerdì e sabato, un modesto afflusso di aria fredda da est nei bassi strati potrebbe favorire nubi basse sulla fascia prealpina e pedemontana, ma senza conseguenze. Le temperature risentiranno dell’inversione termica, risultando tipicamente invernali al mattino in pianura e nei fondovalle, sempre più miti in quota e al pomeriggio nelle valli più assolate ed in pianura. Precipitazioni assenti.

Giovedì 14 febbraio (attendibilità 90%): alta pressione in ulteriore rinforzo in quota con zero termico a 2400m circa e marcata inversione termica. In pianura e nelle valli presenza di qualche foschia o banco di nebbia al mattino, in dissolvimento al pomeriggio. Transito di qualche nube medio-alta la sera, con correnti in quota da nord.

Venerdì 15 (90%): un modesto flusso orientale, più freddo nei bassi strati, si avvicinerà dai Balcani nel corso della giornata, favorendo la formazione di nubi basse lungo le prealpi dovute al sollevamento dell’umidità preesistente, tuttavia senza fenomeni. Temperature in calo la sera, più avvertito sulle pianure e zone prealpine.

Sabato 16 (90%): l’alta pressione tornerà a rafforzarsi a tutte le quote, imponendo la cessazione dei venti orientali e riproponendo la formazione di marcate inversioni termiche. In quota affluirà aria via via più mite con zero termico prossimo ai 2500m e locali condizioni di fohn su alcune valli dolomitiche, stante la persistenza di correnti settentrionali. Cielo in prevalenza sereno, ma dal tardo pomeriggio si formeranno nebbie e foschie in pianura e nelle valli più fredde, in espansione nella notte.

Domenica 17 (80%): giornata assai stabile per la presenza del robusto anticiclone a tutte le quote. Marcata inversione termica con ristagno degli inquinanti e delle polveri sottili. Bella giornata di sole in montagna, caliginosa e a tratti nebbiosa in pianura, specie al mattino e dopo il tramonto.

Tendenza

La circolazione europea a grande scala vedrà una totale stagnazione della situazione, con totale assenza di freddo sull’intero continente e masse d’aria di estrazione oceanica/sub-tropicale che manterranno condizioni di stabilità e inversione termica, con assenza di piogge e nevicate. Ad oggi è piuttosto probabile che febbraio termini senza alcuna irruzione fredda o perturbazione significativa, e poi sarà già l’inizio della primavera meteorologica (1° marzo).

 

Curiosità della settimana: notiamo in questa mappa l’anomalia di temperatura in superficie, espressa in °C, tra i valori attuali (misurati da stazioni, via satellite e da interpolazioni modellistiche) e la media di riferimento 1979-2000. Spicca il caldo oltre media in buona parte dell’Europa continentale e parte dell’Eurasia e l’artico (che spicca con ben +2,3°C). Anomalie di tale ampiezza e costanza sono ormai ricorrenti e non sono in alcun modo bilanciate da aree del pianeta con valori di segno opposto. Approfondimenti metodologici all’indirizzo https://climatereanalyzer.org/wx/DailySummary/#t2anom

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.