Menu

Sito a cura di

Andrea Costantini

Mi presento

Festività con venti da nord, calo termico e instabilità pomeridiana

Pubblicato il 12 Aprile 2022

Situazione: un campo di alta pressione interesserà le nostre regioni tra martedì e venerdì, apportando un significativo rialzo termico dopo l’irruzione fredda dello scorso weekend che ha portato un breve episodio di neve fin sotto i 1000m. A partire da sabato, ma soprattutto tra domenica e lunedì, l’alta pressione si sposterà più a nord, in direzione della Scandinavia, attivando di risposta un flusso più fresco verso le Alpi in un contesto dinamico e vivace dove il tempo migliore sarà registrato al mattino e fino ad inizio pomeriggio, seguito da instabilità la cui reale consistenza e distribuzione è ad oggi ancora non prevedibile nel dettaglio. Si invita a seguire gli aggiornamenti a cura di Arpa Veneto nei prossimi giorni.

Mercoledì 13, giovedì 14 e venerdì 15 (attendibilità 90%): tempo molto soleggiato e stabile con temperature massime in netto rialzo specie in pianura dove i valori saranno diffusamente di +22/+24°C. Qualche modesta velatura non toglierà l’impressione di bel tempo.

Sabato 16 (80%): inizierà il graduale cedimento dell’alta pressione in quota ed i venti si disporranno da nord. Il tempo sarà ancora globalmente soleggiato e gradevole, tuttavia nel pomeriggio aumenterà la probabilità di rovescio e temporali in movimento dalle Dolomiti alle Prealpi dove potrebbero persistere anche in serata, accompagnati da un calo termico via via più significativo.

Domenica di Pasqua (70%): dopo residui rovesci notturni il tempo sarà soleggiato al mattino, con temperature più fresche rispetto ai giorni precedenti. Da metà giornata aumento delle nubi cumuliformi con successiva formazione di rovesci e qualche temporale specie sulle prealpi e pedemontana, in spostamento verso le pianure nel corso del pomeriggio-sera. L’ingresso di aria più fredda in quota potrebbe favorire locali grandinate, assieme a qualche modesta spruzzata di neve oltre i 1500-1800m. Tendenza a miglioramento in serata con cielo in generale sereno e clima fresco.

Lunedì dell’Angelo (Pasquetta) (60%): evoluzione incerta; permarrà un flusso da nord che manterrà una certa dinamicità generale, tuttavia sembra che la probabilità di fenomeni sia inferiore a domenica, sebbene ancora presente specie al pomeriggio sotto forma di acquazzoni localizzati e più presenti sulle zone montuose delle prealpi e alte pianure. Temperature stazionarie, con ampia escursione termica diurna.

Tendenza

Da ovest tenderà ad aumentare gradualmente l’influenza dell’alta pressione che ridurrà, fino a farlo cessare, l’afflusso di aria da nord; l’evoluzione successiva è ad oggi non prevedibile.

 

Previsione emessa alle ore 13.30 di martedì 12 aprile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.