Menu

Sito a cura di

Andrea Costantini

Mi presento

Caldo precoce in aumento e precipitazioni quasi assenti

Pubblicato il 10 Maggio 2022

Situazione: sul Mediterraneo si rinforza l’alta pressione sub-tropicale, in una configurazione decisamente estiva a tutte le quote grazie al richiamo di aria molto calda in quota dall’entroterra algerino. La ventilazione mediamente sud-occidentale apporterà umidità elevata con nubi pomeridiane sui monti in genere senza effetti e foschie notturne, in un contesto termico che diverrà via via più anomalo per la stagione, così come già avvenuto da molti mesi a questa parte con poche, limitate eccezioni. Totale assenza di precipitazioni significative anche a lungo termine.

Mercoledì 11 e giovedì 12 maggio  (attendibilità 90%): tempo stabile e soleggiato con ulteriore rialzo termico a tutte le quote (zero termico prossimo a 4000m), modesti cumuli sui monti al pomeriggio senza precipitazioni. In pianura massime tra +26 e +28°C con punte prossime a +30°C

Venerdì 13 e sabato 14 (90%): altre giornate calde con leggera instabilità pomeridiana in montagna, dove non saranno esclusi brevi rovesci o temporali. In pianura precipitazioni poco probabili o assenti e limitate ai settori pedemontani verso sera. Temperature in ulteriore lieve aumento, di circa 4-6°C sopra la media.

Domenica 15 (80%): configurazione simile ai giorni precedenti, tuttavia una leggera ondulazione in alta quota, in avvicinamento alle Alpi da ovest, potrebbe accentuare l’instabilità pomeridiana e serale. Stante il forte soleggiamento e riscaldamento dell’aria, alcuni temporali potranno formarsi non solo sulle Dolomiti ma estendersi nel tardo pomeriggio-sera anche alle prealpi ed alte pianure. Si tratterà in ogni caso di fenomeni a “macchia di leopardo” con forti differenze di accumulo anche a breve distanza spaziale.

Tendenza
La settimana inizierà ancora sotto l’influenza dell’anticiclone sub-tropicale, con lieve cedimento tra lunedì e martedì che potrebbe rinnovare condizioni di moderata instabilità in montagna ma con scarsi o nulli effetti in pianura. Temperature sempre sopra la media. Le proiezioni a medio-lungo termine (tra 16 e 20 maggio) confermano un periodo di caldo con assenza di configurazioni piovose ed il mese si avvia ad essere l’ennesimo secco e sopra la media. Tale situazione, dopo un inverno siccitoso ed una primavera nel segno della continuità, preoccupa sempre di più in vista dell’imminente inizio dell’estate meteorologica (per convenzione, 1° giugno).

Previsioni emesse martedì 10 maggio alle ore 18.30

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.